Legambiente si mette in prima fila per la riqualificazione dell’area Thyssen, dopo la strage del dicembre 2007 dove sette operai dello stabilimento persero la vita. Questa mattina, a sette anni dalla tragedia, sono stati presentati degli studi e delle proposte sulla bonifica e riqualificazione degli spazi interessati, area Thyssen-Ilva e il Castello di Lucento.
Le parole d’ordine per quanto riguarda l’ex acciaieria Thyssen di corso Regina Margherita sono risanamento ambientale, tutela e valorizzazione del fiume Dora Riparia che scorre vicino all’ex fabbrica e la riconversione delle aree industriali. Invece, per quanto riguarda zona Lucento, valorizzazione del Castello e risposta al fabbisogno di servizi nel quartiere Vallette e la riorganizzazione della viabilità. Temi caldi insomma, che sono stati trattati da Fabio Dovana, presidente di Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta, Silvana Fagnani presidente del circolo L’ Aquilone di Torino e gli architetti Arturo Bracco e Emanuela Andrini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA