La location non è ancora sicura me le date si. Dal primo settembre ritorna la Festa de L’Unità del Partito Democratico torinese, con 18 giorni di dibattiti, confronti, analisi.

«In tempi difficili per il PD è importante impegnarsi nell’organizzazione di un lungo calendario di partecipazione e di dialogo, per ritrovare coesione e ridare forza alla nostra azione sul territorio» – spiega infatti il segretario metropolitano Mimmo Carretta che aggiunge come «I dibattiti saranno costruiti intorno ad alcune parole chiave tra le quali: antifascismo, famiglie, periferie, lavoro, diritti e soprattutto futuro».

La Festa per il momento è ancora un work in progress e maggiori dettagli saranno svelati nelle prossime settimane. Tra gli inviti c’è anche quello alla sindaca Chiara Appendino per un confronto sul tema della Olimpiadi 2026.

«Per il futuro c’è bisogno di obiettivi condivisi per il bene di Torino – afferma Carretta – e anche di confronto tra le diverse forze politiche e le Istituzioni. La candidatura di Torino alle Olimpiadi invernali del 2026 rientra tra questi obiettivi. Per questo motivo invitiamo la Sindaca Appendino a confrontarsi con noi alla Festa de L’Unità di Torino».