La questione Tav in aula al Senato. Il senatore piemontese Mauro Laus ha presentato una interrogazione sul futuro della Torino-Lione al ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, ma a quanto pare la risposta non è stata soddisfacente. Infatti, come riporta lo stesso Laus «Toninelli ha ripetuto il solito refrain sull’indagine costi-benefici in corso, che non comprometterebbe né l’opera, né le risorse europee. Un ritornello imbarazzante».

Laus fa notare come le ultime notizie provenienti dall’Unione Europea sono molto meno rassicuranti di quanto non faccia credere il ministro: «la Commissione Ue potrebbe chiedere all’Italia il rimborso del finanziamento se non verranno rispettai i tempi di realizzazione. Toninelli è da barzelletta: non solo non si fa trovare dal governatore Chiamparino che cerca di incontrarlo per avere chiarimenti, ma oggi è riuscito nell’impresa di essere assente, pur essendo presente in carne e ossa in Aula. Un ologramma».

Per il senatore dem «Su un’infrastruttura strategica per il Piemonte e per l’Italia intera un ministro delle Infrastrutture degno di questo nome deve essere chiaro. Questo gli chiediamo, non di fare passerelle in Parlamento. Lo deve ai cittadini, alle istituzioni locali e regionali, alle imprese».