di Diego Novelli

Erano trascorsi pochi minuti dalla mezzanotte ed il primo messaggio canoro augurale per il nuovo 2016 trasmesso da Raiuno annunciato con grande enfasi dall’attore Rocco Papaleo è stata la canzone di Marco Masini “Vaffanculo”.
La trasmissione era in diretta da piazza Vittorio Veneto di Matera gremita di folla plaudente che a squarciagola ha accompagnato il cantante nell’esecuzione del nuovo “inno alla gioia”.
Colpiva il fondale del grande palco con su scritto: “Matera capitale della cultura 2018”.
E’ mai possibile che la rovinosa china del turpiloquio su cui l’Italia sta precipitando (Grillo docet) non sia avvertita dal ministro Franceschini e dai dirigenti della più grande azienda culturale del Paese come la Rai?