Oggi per la Stratorino sono state tutte chiuse le vie d’accesso al traffico nel perimetro compreso tra corso Vittorio Emanuele, via Po, corso Cairoli e via Roma. Impossibile uscire ed entrare.

Una collettività “sequestrata” per alcune ore, mentre donne e uomini con la maglietta color limone ci davano dentro con il compasso delle loro gambe. Ora sappiamo bene che anche una semplice riserva su queste manifestazioni suona come sacrilegio e rischia di additarti al ludibrio della folla.

Ma sarebbe così insensato chiedere la deroga di un varco transitabile almeno per dare la sensazione, sempre gradevole che la città è di tutti?

In fondo, un’uscita di sicurezza non lo si nega a nessuno come ben sanno Salvini e Di Maio. E allora, per la prossima edizione, si cerchi un pertugio, magari nel mezzo delle chiacchierate tra signore perbene rigorosamente in giallo dedite al più passeggio che al passaggio.