I servizi di prevenzione predisposti dal neo questore di Torino, Giuseppe De Matteis, in vista dell’incontro di Champions League tra Juventus e Ajax, già dalla giornata precedente, hanno consentito a personale della polizia di denunciare 54 tifosi olandesi.

Si tratta degli appartenenti al gruppo ultras “The Fifth”, sigla già nota in Olanda per le loro azioni. Spiegano dalla questura torinese che «durante un controllo operato su un minivan con 9 supporter olandesi a bordo, presso il casello autostradale di Settimo Torinese, sono stati trovati, nella disponibilità di tre tifosi olandesi, guanti rinforzati e paradenti. In un successivo controllo operato su un pullman con 50 hooligans a bordo, personale Digos e del Reparto Mobile ha rinvenuto diverso materiale pericoloso occultato sotto i sedili e nelle cappelliere. In particolare i poliziotti hanno sequestrato un machete, tre coltelli, cinque torce a mano, quattro passamontagna, alcuni paradenti, guanti rinforzati, e due bombole a gas ad elio, quest’ultimo utilizzato per aumentare l’adrenalina in occasione di scontri con ultras rivali».

«Nel corso di un ulteriore controllo su un altro pullman, un cittadino olandese di 20 anni è stato trovato in possesso di un petardo – continuano dalla questura – Tutti i 54 tifosi olandesi, molti dei quali sprovvisti di biglietto d’ingresso per la partita, sono stati denunciati in stato di libertà e nei loro confronti sono stati emessi Daspoper 4 anni. Per i 54 supporter olandesi, è stato anche adottato il provvedimento di allontanamento dal territorio nazionale per motivi di ordine pubblico. Le persone interessate dal provvedimento sono già state scortate presso il confine italo-francese del Monte Bianco».

Tutto è filato liscio prima, durante e dopo l’incontro. Sono stati denunciati tre persone: una per la vendita di biglietti contraffatti e due per la vendita di sciarpe contraffatte e per ricettazione. Uno di questi ultimi due è stato anche denunciato per non aver ottemperato a un foglio di via. Denunciati anche i titolari di tre esercizi del centro città per non aver ottemperato al divieto di vendita di sostanze alcoliche.