Sebbene in piazza tutto si sia svolto nel migliore dei modi, con 10mila persone festanti e nessun incidente, l’organizzazione del concerto dei Modena City Ramblers del 25 aprile ha sollevato più di qualche punto interrogativo.

Il caso, con il passaggio di location all’ultimo secondo da piazza Albarello a piazza Castello, è già sotto la lente della Procura che ha aperto un fascicolo k. E anche il consigliere comunale Silvio Magliano, capogruppo in Sala Rossa dei Moderati, vuole vederci chiaro. Tanto che ha depositato un’interpellanza generale sulla vicenda.

«In realtà – spiega Magliano – avevo fatto una richiesta di comunicazioni urgenti in Sala Rossa, ma mi è stata negata e così ho proceduto con l’interpellanza generale che è già stata protocollata».

E così ecco un’interpellanza in cui in 11 punti chiede a sindaca e assessore competente di spiegare come è stato organizzato l’evento.

Atti formali, ordinanze, sopralluoghi e autorizzazioni

PREMESSO CHE

– nella giornata di mercoledì 25 aprile 2018 si è tenuto in piazza Castello, a partire dalle 17.30, il concerto dei Modena City Ramblers, in occasione della Festa della Liberazione;

– il concerto, organizzato dal Polo del ‘900 con il sostegno del Comitato Resistenza e Costituzione del Consiglio Regionale del Piemonte per la Festa della Liberazione, si sarebbe dovuto tenere, in un primo momento, in piazza Albarello;

– le foto e le testimonianze di molti dei presenti raccontano di una piazza Castello stipata, alla quale si poteva accedere introducendo liberamente vetro e bottiglie;

– chi era presente parla di assenza, totale o quasi, di controlli, di steward e di transenne;

 

INTERPELLANO

La Sindaca e l’Assessore competente per sapere:

1) quali atti formali siano stati predisposti dall’Amministrazione Civica per l’organizzazione e per la sicurezza dell’evento e per la tutela dei partecipanti;

2) quali autorizzazioni preventive siano state rilasciate dagli Uffici comunali;

3) se sia stata emessa un’ordinanza “anti-vetro”;

4) se sia stato chiuso il posteggio sotterraneo “piazza Castello”;

5) se (ed eventualmente in che data e con quale modalità) il concerto dei Modena City Ramblers sia stato preceduto da un sopralluogo tecnico;

6) se (ed eventualmente in che data e con quale modalità) prima del concerto si sia riunita una commissione di vigilanza;

7) se sia stato compilato un piano per la sicurezza (comprensivo delle valutazioni di tutti i rischi) e se siano stati predisposti servizi di vigilanza della Polizia Municipale con appositi ordini di servizio;

8) quali criteri (predisposizione di corridoi di sicurezza, divisione della piazza in settori, disposizione di transenne, presenza di corridoi separati per l’ingresso e per l’uscita del pubblico, …) siano stati seguiti per garantire la sicurezza dei presenti;

9) quanti steward siano stati impiegati durante il concerto e se tale cifra sia considerata sufficiente alla luce della tipologia di evento e del pubblico presente (quasi 10mila persone);

10) quali misure siano state prese per scongiurare la presenza di venditori abusivi;

11) se siano state rispettate le prescrizioni della Circolare Gabrielli.