Un volantinaggio insolito di cui non si conoscono i motivi quello che ha coinvolto sabato scorso il social media manager della sindaca Xavier Bellanca e un consigliere della Circoscrizione 3 Cinque Stelle ed altri attivisti pentastellati.

Tanto che per cercare di capirne di più è stata presentata una interpellanza in consiglio comunale da parte delle opposizione, dal Pd con il primi firmatiari Mimmo Carretta e il capogruppo Dem Stefano Lo Russo ai Moderati di Silvio Magliano, dalla Lega con Fabrizio Ricca alla lista di Francesco Tresso.

L’episodio a cui fanno riferimento risale a sabato 7 aprile. I volantini in questione quelli che riportavano una vertenza civile a favore del consorzio “Ambulanti di Forte dei Marmi” contro l’associazione “Mercatino di Forte dei Marmi”, che sarà presente domenica 22 alla festa di via Frejus.

Un’iniziativa quella di Bellanca e degli altri grillini che ha suscitato l’attenzione dei commercianti di zona a cui sono stati distribuiti tanto che la presidente dell’Associazione commercianti e artigiani di via Frejus ha chiesto l’intervento della Polizia Municipale e degli agenti della Digos per identificare chi stava volantinando.

«Quanto accaduto è molto grave – precisano i consiglieri di opposizione nella loro interpellanza – e si potrebbe configurare come un tentativo di far fallire un evento in capo alla Circoscrizione a favore di un altro evento di un’altra Città e soprattutto a favore di soggetti terzi e privati».

Per questo i consiglieri comunali nell’interpellanza chiedono spiegazioni alla sindaca Appendino e all’assessore al Commercio Alberto Sacco. A partire dalla presenza di Bellanca, se il social media manager ha agito spontaneamente o su mandato della prima cittadina. Ma soprattutto cosa abbia spinto ad agire contro l’associazione “Mercatino di Forte dei Marmi” che era presente all’evento.

«Quale interesse ha spinto il social media manager della Sindaca insieme ad altri a rappresentare situazioni di rapporti privati tra associazioni ai commercianti ingenerando l’equivoco che stesse rappresentando la posizione della Città? Quali rapporti intercorrano e siano intercorsi fra l’Assessorato competente e i rappresentanti de “Gli ambulanti di Forte dei Marmi”, e quali contributi, concessioni a vario titolo e patrocini sono intercorsi fra detto Consorzio e la Città?», sono le domande poste dall’interpellanza.