Cresce e si amplia il MAcA, il Museo A come ambiente di Torino, con l’inaugurazione giovedì 16 maggio del Padiglione Guscio, una nuova struttura destinata a ospitare le mostre temporanee. La prima mostra destinata a essere accolta nel nuovo spazio espositivo sarà “Out to Sea – The Plastic Garbage Project”, in programma a partire dal prossimo settembre.

La mostra si propone di sensibilizzare l’opinione pubblica su un tema di attualità, quello dei rifiuti plastici dispersi in mare, un problema salito alla ribalta con la scoperta di “isole di plastica” negli oceani, ma che interessa anche il nostro Mediterraneo.
«La formazione di cittadini più attenti alle questioni legate all’ambiente, all’inquinamento e alla gestione delle risorse – ha affermato Agostino Re Rebaudengo, Presidente del MAcA – è un terreno sul quale si gioca buona parte del nostro futuro sul pianeta». Una missione che il museo svolge in modo particolarmente efficace, dal momento che si rivolge principalmente ai ragazzi, i cittadini di domani.
«Il nuovo ampliamento – ha dichiarato l’Assessore all’Ambiente del Comune di Torino Alberto Unia offre al Museo l’opportunità di aumentare il suo pubblico e di offrire ai visitatori importanti occasioni di conoscere e apprendere i grandi mali del nostro pianeta” sottolineando come “per l’Amministrazione comunale questa missione è essenziale, perché è, dal suo insediamento, fortemente impegnata nella soluzione dei problemi ambientali della città».
Il nuovo padiglione, progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, offre un’area espositiva di 245 mq, con una copertura semicilindrica alta 10 metri, realizzata con fogli di zinco-titanio.