Questa sera alle 19.30, presso Aero Club di Torino, Fabrizio Ricca concluderà la campagna elettorale salutando tutti coloro che ha incontrato in queste quattro lunghe settimane. Una campagna che lo ha visto impegnato in città a Torino ed in tutta l’area metropolitana: dalle Alpi alla pianura, dal Po alla Dora, parafrasando una splendida ode.

«Nonostante l’esperienza di due elezioni comunali, l’adrenalina è sempre ad alti livelli»: ammette Ricca che per l’apertura della sua campagna elettorale ha avuto al suo fianco il candidato governatore Alberto Cirio. E spesso si sono visti insieme in queste settimane: dalla scuole cattoliche paritarie all’incontro con il Sottosegretario ai beni culturali Lucia Borgonzoni e con i lavoratori della SADEM. Ha mantenuto alta l’attenzione con il comitato dei genitori separati e sui temi cittadini del Salone del Libro e della volontà di abrogare la delibera per la nuova ZTL.

È stato anche in Val di Susa con incontri sul territorio per parlare delle montagne e del turismo: luogo caro per le passeggiate estive. Ha presenziato ai campionati assoluti di Judo, sottolineando che lo sport è un elemento fondamentale e inscindibile della vita della comunità e la politica «deve ascoltare le esigenze degli esperti del settore, non imponendo proprie scelte».

I suoi cavalli di battaglia per queste elezioni regionali sono stati l’occupazione, la sicurezza, il lavoro e la sanità.

«Ma ciò che lo ha contraddistinto è stata l’umiltà che lo accompagnato e lo accompagna. I discorsi sono stati pragmatici e decisamente concisi per lasciare spazio all’incontro diretto con le persone» affermano i suoi sostenitori. «Sono qui per apprendere da ciascuno di voi le sensazioni, le esperienze, le necessità da portare con me e farne tesoro per arricchirmi e per lavorare con serenità e con la consapevolezza di fare bene, solo rimanendo con la gente e tra la gente sono convinto di continuare a lavorare per voi» conferma Ricca che a quanti lo hanno sostenuto dice: «La vostra presenza mi dà la forza di andare avanti e il seguirmi da più di 8 anni mi gratifica e mi dice di andare avanti come ho fatto fin’ora».

«Un volo sul Piemonte per renderlo ancora più grande non poteva che concludersi rialzando la testa (motto della sua campagna elettorale, ndr) a guardare le stelle presso l’Aero Club», dice il candidato al consiglio regionale Fabrizio Ricca.