n un mondo sempre più dominato dalla tecnologia mobile, le persone hanno cominciato ad utilizzare lo smartphone anche per giocare online. Ciò ha portato allo sviluppo di un vero e proprio business, reso possibile da figure professionali ancora poco diffuse in Italia, ma che riscontrano un grande successo negli Stati Uniti: i programmatori.

Si tratta, in effetti, di una professione insolita, ma che può portare a dei guadagni da capogiro, come avviene in America, dove esistono delle vere e proprie società che puntano alla realizzazione di videogiochi per il gaming mobile. Inoltre, non mancano scuole apposite in cui è possibile sperimentare idee ed affinare le proprie abilità nel campo della programmazione e della creazione di software.

Da questo punto di vista il Bel Paese è ancora indietro, anche se bisogna dire che stanno prendendo piede piccole realtà, che hanno il potenziale giusto per raggiungere un grande successo. C’è poi chi si da fare nella propria cameretta, realizzando vere e proprie imprese titaniche, ma ad un costo di sviluppo estremamente ridotto.

App di gioco: agli Italiani piace utilizzare lo smartphone

Di fatto, la professione del programmatore di app per giochi online sta cominciando a farsi strada anche nel Bel Paese, in quanto gli Italiani utilizzano sempre di più lo smartphone per divertirsi e per svagarsi. A differenza del passato, infatti, in cui a giocare online erano solo i più giovani, oggigiorno non è strano trovare adulti che intrattengono vere e proprie sfide con i colleghi di lavoro o con i propri familiari.

Tuttavia, bisogna dire che molto è dipeso dall’evoluzione subita dagli stessi telefoni nel corso degli anni, che li ha portati a diventare dei veri e propri gioielli tecnologici, con cui è possibile fare praticamente qualunque cosa. Di fatto, anche l’età media dei possessori di cellulari è diminuita drasticamente, tant’è che non è affatto strano vedere bambini dotati di smartphone di ultima generazione.

Sicuramente, giocare con gli smartphone è diverso che farlo con il computer, prima di tutto perché il display a disposizione è ridotto ed anche la qualità di gioco tende a non essere sempre così elevata. Tuttavia, è possibile trovare diverse slot machine da giocare gratis, perfette anche per chi vuole cimentarsi con il cellulare.

Il modo migliore per approcciarsi al mondo dei videogiochi

In Italia, come già anticipato non esiste un vero e proprio iter da seguire per diventare un programmatore di videogiochi. Dunque che cosa si può fare per riuscire ad intraprendere questa professione? Di fatto, la cosa migliore è imparare le basi della programmazione.

Ma ciò non basta: è necessario avere voglia di “smanettare” e soprattutto non arrendersi facilmente. Infatti, gli ostacoli da superare sono decisamente tanti, anche perché non esistono strutture apposite in cui è possibile imparare quella che sta diventando pian piano una vera e propria arte.

Chi ha la possibilità può pensare di andare negli Stati Uniti per apprendere le basi fondamentali, ma se ciò non è possibile, magari per motivi di costi, è importante seguire tutorial e mettersi in contatto con chi ha ottenuto ottimi risultati. Di fatto, la professione del programmatore è ancora tutta da costruire e da definire nel Bel Paese, per tanto è necessario ingegnarsi al meglio per poterla attuare, ma soprattutto per poterla imparare al meglio.