40 proposte ricevute, oltre sei mila euro raccolti, una rosa di nove candidati: il comitato elettorale all’americana “Ti candido” entra nel vivo.

Si conclude così il percorso di candidature e di selezione dei futuri candidati che sono stati inseriti in “Ti Candido – Il Potere della Democrazia“, progetto «nato per raccogliere risorse economiche per contribuire a eleggere candidati che si battano per la giustizia sociale, ora cambia velocità e assume una nuova immagine», spiegano i promotori, che aggiungono: «I loro visi e le loro storie di professioniste/i, attiviste/i, manager e cooperatori, ricercatori e amministratori di frontiera saranno la nostra stella polare. I nove profili che abbiamo selezionato rappresentano, dal nostro punto di vista, uno spaccato dell’Italia politica di oggi e di domani: giustizia sociale, sostenibilità, integrazione, strategie di sviluppo basate sull’attivazione civica, partecipazione, alleanze politiche e sociali, mobilitazione di comunità».

Ecco i nove candidati selezionati tra le 40 proposte.

  • Marwa Mahmoud, 34 anni di Reggio Emilia, candidata consigliera in lista PD, a sostegno del Sindaco uscente Luca Vecchi (PD)
  • Antonio Spera, 40 anni di Bari, candidato consigliere come indipendente in lista Bari Bene Comune, in coalizione con il Sindaco uscente Antonio Decaro (PD)
  • Valentina Barale, 46 anni, Livorno, capolista di una lista civica Buongiorno Livorno, a sostegno, con Potere al Popolo, del candidato Sindaco Marco Bruciati
  • Mario Rosati, 57 di Urbino, Candidato sindaco con coalizione di centro sinistra (PD, Cut Liberi Tutti e Urbino al Centro)
  • Adam Atik, 22 anni di Ferrara, Candidato consigliere, Coalizione Civica, all’interno di una coalizione a supporto della Candidata Sindaca Roberta Fusari.
  • Giorgio De Zen, 37 anni di. Schio, Candidato consigliere di Coalizione Civica. all’interno di un alleanza di centro sinistra con altre 4 liste a sostegno del candidato Sindaco espresso dal PD
  • Giovanni Litt, 24 di Spinea (Venezia), Candidato consigliere in lista civica di connotazione ambientalista
  • Jacopo Suppo, 36 di Condove (Torino) Candidato Sindaco per la lista “Condove in Comune”
  • Alessandra Buzzo, 57 di Santo Stefano di Cadore (Belluno), Ex Sindaca, si candida a supporto in lista civica “Uniti per il Comune”

«Quattro di loro si candidano in città capoluogo di provincia. Marwa a Reggio Emilia, Antonio a Bari, Valentina a Livorno ed Adam a Ferrara incarnano, con le loro storie di attivismo, i valori e gli obiettivi che abbiamo inserito nel nostro manifesto. Cinque si candidano in città di dimensioni piccole e medie. Giovanni a Spinea, Giorgio a Schio, Jacopo a Condove, Alessandra a Santo Stefano di Cadore, Mario a Urbino – sottolineano i promotori di “Ti candido” – Sono loro, forse, la vera sorpresa di Ti Candido. Nelle loro biografie si trovano e sono vivi una sinistra e uno spirito civico capace di rinnovarsi e di innovare, così come l’esperienza di liste e coalizioni molto combattive che vogliono rovesciare lo status quo».

Prima fase conclusa ora si va avanti. Verrà rilanciata una campagna fondi. «Fino a oggi abbiamo raccolto circa 6 mila euro, un miracolo se pensiamo che si è trattato – in tanti casi – di una donazione alla cieca, basata esclusivamente sulla fiducia nel gruppo dei promotori e dei fiancheggiatori, o sulla novità del percorso proposto. Questa cifra ci consente di anticipare importanti risorse ai candidati che sosterremo (daremo subito tra gli 700 e i 1500 euro per le città capoluogo di provincia e tra i 200 e i 400 euro per i contesti di dimensioni più contenute)». L’obiettivo è raddoppiare e triplicare i contributi «aggiungendo eventualmente qualche profilo in più alla lista delle sfide sostenute».

«Grazie alla partnership con la neonata piattaforma europea Progressive Acts, mettiamo a disposizione di ogni candidato un crowdfunding personale, collegato alla nostra raccolta fondi generale. In questo modo consentiremo ai donatori che vorranno farlo di scegliere a chi destinare le proprie risorse. Accanto alla raccolta fondi, affiancheremo i candidati sulla base dei bisogni di ciascuno: sostegno continuo per lo sviluppo di proposte programmatiche su tematiche precise, rafforzamento delle campagne di radicamento territoriale e consolidamento del posizionamento sui social e sulla stampa».

Non solo: «Parallelamente, soprattutto con l’aiuto delle fiancheggiatrici e fiancheggiatori del progetto, stiamo organizzando momenti formativi via web su precise tematiche: i candidati potranno così avere sostegno per esempio su come attirare fondi europei o su modalità di attivazione di comunità, sull’uso di facebook o su strumenti amministrativi innovativi».