Una minaccia di dimissioni e la crisi è rientrata. La folkloristica amministrazione comunale di Torino non ha saputo infatti reggere all’idea di ritrovarsi in quattro e quattro otto deprivata del suo comandante dei vigili urbani da giorni isolato nella bufera per la storia delle multe a cottimo.

Emiliano Bezzon evidentemente aspettava un segnale da palazzo Civico che attestasse la sua lealtà a decisioni prese congiuntamente e non in assoluta autonomia come è circolato sui giornali. Invece Bezzon si è ritrovato messo alle corde dal classico silenzio assordante, di cui è specialista la sindaca Appendown.

Ora si spiegano le voci circolate tra ieri e oggi di un suo desiderio di gettare la spugna, di chiudere il rapporto a giugno.
Hasta la victoria siempre comandante Che Bezzon.