Stamane, leggendo i quotidiani, scopriamo l’intenzione di GTT, di sostituire tutte le macchine erogatricidei biglietti presenti presso le stazioni della Metropolitana.

Circoscrivereil problema alle sole macchine distributrici è riduttivo e sbagliato, il vero problema che sta creando disagi quotidiani ai torinesi riguarda la nuova bigliettazione.

È inammissibile poter caricare solo un titolo per volta sulla propria card, è una tecnologia vecchia e penalizzante per gli utenti che scoraggiati, spesso, ricorrono all’utilizzo dell’auto privata per recarsi al lavoro o muoversi in città.

Il compito della politica e di GTT è l’esatto opposto; dobbiamo lavorare affinché il mezzo pubblico sostituisca quello privato.

Per fare ciò, chiediamo al nuovo amministratore delegato dott. Foti, di farsi promotore di un incontro con i dipendenti GTT, con gli amministratori dei comuni che utilizzano il servizio e con le associazioni dei consumatori, al fine di rivedere il sistema di bigliettazioneche i torinesi hanno già detto dichiarato di non gradire.

La Regione egli Enti Locali facciano la loro parte cercando le soluzioni migliori che sono state adottate in tante città italiane ed europee.

Raffaele BIANCO – Assessore ai Trasporti Comune di Grugliasco
Luca CASSIANI – Consigliere Regionale PD