Non se le sono certo mandate a dire l’amministratore delegato di Gtt e l’ex assessore comunale ai Trasporti Claudio Lubatti. Walter Ceresa, durante la commissione consiliare in cui è stato presentato il nuovo piano industriale per il salvataggio del Gruppo Torinese Trasporti ha chiaramente detto che i disallineamenti non sono nati in questa amministrazione.
Lubatti era intervenuto proprio sui problemi di bilancio di Gtt. «Vorrei ringraziare l’ex assessore Lubatti per le sue domande – ha detto Ceresa – per me è stato un assessore importante, perché è proprio nella sua epoca che si sono creati i disallineamenti».
Fuori verbale la risposta dell’esponente del Pd all’ad «E io le ricordo che lei è stato nominato dall’ex assessore».
Ceresa, che è alla guida di Gtt proprio grazie al centrosinistra, ha evidenziato di essere «onorato che la giunta mi abbia nominato. Io non faccio politica il mio mestiere è far andar bene l’azienda e non mi piace essere toccato sul tema dei disallineamenti che hanno messo a rischio ogni mese il pagamento degli stipendi dei nostri cinque mila dipendenti».

In serata Claudio Lubatti è tornato sul battibecco: «Non ho ricevuto io gli avvisi di garanzia e nel corso di mio mandato ho ridotto servizio per oltre 15 milioni di chilometri, oltre ad una delibera di riforma tariffaria che ha portato svariati milioni di euro nelle casse dell’azienda». «Vedremo se questa giunta saprà fare altrettanto», ha concluso Lubatti.