«Una situazione incresciosa» così Deborah Montalbano definisce la condizione in cui il Gruppo consiliare Misto – Uscita di sicurezza si è venuto a trovare, essendo ancora senza ufficio a oltre un mese dalla sua formazione, quando l’8 marzo scorso la consigliera ha annunciato il suo addio ai 5 Stelle.

«Non mi è stato assegnato ancora il personale amministrativo dovuto anche in via del tutto temporaneo e gli uffici destinati al Gruppo, in primo momento inesistenti poi individuati ma da liberare in quanto il personale presente andava trasferito.In sede di capigruppo il termine di attesa comunicatomi era subito dopo le vacanze pasquali, trascorse ormai da tempo, ad oggi 10 Aprile non è iniziato neanche il trasloco programmato. Nell’ultima capigruppo mi è stato comunicato non solo l’attuale indisponibilità degli spazi, ma neanche un nuovo temine» spiega Montalbano che conclude amaramente «Nella politica della partecipazione, il dissenso non viene prima accettato, poi viene delegittimato, diffamato ed infine isolato, senza neanche concedergli la possibilità di essere nelle condizioni di poter lavorare».