Si tratta di un vero e proprio manuale, con all’interno istruzioni da seguire scrupolosamente. La “Green Bible”, la Bibbia verde, il libro sacro degli affiliati alla mafia nigeriana e la sua scoperta ha portato all’operazione contro il clan Maphite che ha visto impegnate la Procura di Torino e quella di Bologna.

A scoprire la Bibbia dei mafiosi nigeriani gli agenti della polizia municipale di Torino. Era all’interno di un pacco inviato dalla Nigeria all’Italia e intercettato nel capoluogo piemontese. Grazie alla “Green Bible” gli inquirenti hanno ricostruito la struttura del clan, studiato le regole, le cariche, i riti di iniziazioni e le punizioni per chi sgarrava.

«Ogni operazione criminale – spiegano alla polizia municipale – aveva un nome in codice. Il “Mario Monti” era uno di questi». Il nome dell’ex premier italiano veniva utilizzato per il piano di riciclaggio di denaro nei Paesi di origine.