Questa volta Andrea Villa, il Bansky di Torino, non c’entra nulla. Anche se in molti hanno pensato a lui quando hanno visto i cartelli appesi al parco del Valentino, raffiguranti il boss di Cosa Nostra Matteo Messina Denaro.

Tra corso Massimo D’Azeglio e corso Vittorio Emanuele II, a due passi proprio dalla tristemente nota “collinetta dello spaccio”, qui qualcuno ha affisso i manifesti che oltre al volto del super latitante recitano: “Fidati, i pusher migliori sono italiani”.

I cartelli sono stati rimossi e resta un mistero su l’autore del gesto, visto che, come detto, l’artista Villa, che al Valentino aveva mesi fa messo i manifesti “Lager per negri”, ha negato la paternità.