A colpi di recensioni su Facebook e nascondendosi dietro improbabili “carenze culturali” (sob!) , il Movimento Cinque Stelle di Torino prova a mandare al macero l’esperienza ventennale del centro Dar al Hikma di via Fiocchetto a Torino.

Bene, io purtroppo non leggo recensioni, ma conosco quel luogo, la gente che ci lavora. Conosco la passione che anima quel pezzo di città rigenerato, restituito, arricchito. So benissimo che un conto economico non può trasformare in “numeri” il lavoro culturale e sociale del centro. Un conto economico no, ma l’amministrazione sì.

Allora evitiamo di impoverire Torino. evitiamo di rottamare esperienze così virtuose. il centro Italo-Arabo non si tocca.

Siamo pronti alla mobilitazione.

Scritto da Mimmo Carretta, consigliere comunale Pd a Torino e segretario metropolitano Pd