Le evoluzioni tecnologiche degli ultimi anni sono alla base della diffusione globale dei videogiochi e del gaming online. Basti pensare alla differenza tra i giochi di due decenni fa e quelli odierni. Si è passati da grafiche con grossolani poligoni all’immersività degli ambienti 3D, alle sale gioco alla diffusione di mini-giochi sulle piattaforme social, fino agli smartphone intesi come vere e proprie postazioni di gioco. Ma cosa ci attende nel futuro? E quali saranno i prossimi trend del settore?

La svolta epocale nel mondo del gaming è arrivata con l’arrivo di Internet e delle connessioni veloci alla portata di tutti. Era il 2004 quando uscì World Of Warcraft, rivoluzionando per sempre il modo di intendere i videogiochi. Il successo planetario del prodotto di Blizzard aprì il mercato dei giochi online massivi che oggi generano numeri fenomenali a livelli economici e di pubblico.

Sarebbe però un errore credere di aver raggiunto l’apice dell’evoluzione tecnologica. Il progresso va avanti e nei prossimi anni potremmo assistere all’arrivo di nuove modalità di gioco e a dispositivi che rendano le sessioni sempre più realistiche e immersive.

In questo senso il primo step verso il futuro è stato l’arrivo della realtà aumentata di Pokemon Go sui nostri smartphone. Da lì, e grazie al calo dei prezzi di visori di realtà virtuale come Oculus Rift e Samsung Gear VR, AR e VR sono entrate nella nostra quotidianità video-ludica.

Ma Internet ha permesso anche la diffusione globale del gaming mobile. Già in questo 2019 i trend del settore hanno registrato un’importante crescita del gioco in mobilità, favorito dalla creazione di dispositivi sempre più smart e da titoli che iniziano a rivaleggiare, per realizzazione e profondità, con quelli da console. Basti pensare che ad oggi le app di gioco sono le più scaricate sui vari Android e Apple Store.

Internet, AR e VR e gli smartphone di ultima generazione non sono le uniche tecnologie che influiscono sul nostro modo di giocare. Ce ne sono altre che impattano e impatteranno su esso in maniera forse più indiretta ma non per questo meno importante. Come sarà, ad esempio, giocare alle battle royale o a FIFA con gli schermi pieghevoli di ultima generazione? E come saranno le nostre sessioni di gioco quando i visori saranno perfettamente integrati con le nuove console?

Grandi cambiamenti sono attesi anche nelle modalità di gioco. Negli ultimi anni l’evoluzione principale è stata l‘introduzione del free-to-play, con prodotti scaricabili gratis e in grado di generare guadagni incredibili grazie alle micro-transazioni (emblematici i successi di Fortnite, Dota e League of Legends). Nei prossimi anni i giochi saranno ancora commercializzati così? O saranno gli stessi utenti a far evolvere i titoli ottenendo guadagni per il loro lavoro di sviluppatori? Non dovremo aspettare molto per scoprirlo.