Rinunciare ai vizi è sempre molto difficile, però è una cosa che va fatta, per una questione di salute e anche di portafoglio. Nella lista dei più pesanti, da entrambi i punti di vista, troviamo il tabagismo: le sigarette sono infatti note per causare svariati problemi ad organi come i polmoni e il cuore, provocando danni estesi al corpo. Non solo: viene “colpito” anche il portafogli, perché la spesa che affrontiamo mensilmente per i pacchetti di sigarette può rivelarsi a dir poco onerosa. E anche se spesso facciamo finta di niente, per evitare di renderci conto del danno economico, serve aprire gli occhi e prendere atto di quanto potremmo risparmiare, dicendo stop al tabagismo. Ecco perché oggi scopriremo insieme quanto costa fumare, e come si può evitare di farlo.

I costi del vizio del fumo

Ci ha pensato un rapporto ufficiale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) a fornire uno spaccato della spesa dovuta dai danni del fumo a livello globale, che arrivano a 1000 miliardi. Ma i costi ricadono ovviamente anche nei singoli che scelgono di acquistare sigarette: per chi fuma un pacchetto al giorno, la spesa annua arriva a 1.800 euro. Naturalmente il conto in banca non è l’unico a farne le spese visto che, come detto, anche la salute viene colpita da questo vizio. Si tratta quindi di un fattore che fa aumentare pure i costi legati alle cure e alla sanità, come avviene ad esempio nel caso della salute orale. Ci sono infatti alcuni studi scientifici che segnalano una forte correlazione fra il fumo delle sigarette e malattie gravi come la parodontite, che colpisce le gengive.

La soluzione? Ovviamente smettere

Qual è la migliore soluzione per evitare un qualsiasi costo? Tagliarlo, è ovvio, e questo vale anche per il vizio delle sigarette. Basta smetterla di acquistare i pacchetti, anche se chiaramente è più facile a dirsi che a farsi. Ecco perché conviene sempre cercare dei palliativi meno costosi, per intraprendere un iter di tale da portarci, poi, a dire addio completamente al tabagismo. In tal senso, visto che smettere da un giorno all’altro non è cosa di tutti, è possibile procedere così: si può fare affidamento sulla sigaretta elettronica, che ha un costo contenuto e accessibile. Poi possiamo trovare anche altre soluzioni per dire addio alla spesa per le sigarette, come nel caso dei cerotti e delle gomme, e delle altre opzioni contenenti nicotina come le tavolette sublinguali. Volendo c’è un’altra strada che in tanti consigliano, e si tratta del consulto medico con uno psicologo specializzato. Altre soluzioni possibili? Si può fare affidamento sui libri che spiegano come liberarsi di questa tentazione.

Concludendo, con lo stop alle sigarette possiamo guadagnare una salute migliore e al tempo stesso risparmiare un bel po’ di soldi.