Massima allerta in città, dopo i disordini dello scorso giovedì quando i collettivi antifascisti hanno tentato di impedire la manifestazione di CasaPound. Stavolta è il turno di Forza Nuova, che domani sera, giovedì 1 marzo, ha fissato un appuntamento per militanti e sostenitori.

Roberto Fiore, già leader di Terza Posizione e segretario di Forza Nuova, sarà in città per la presentazione della lista, che correrà alle prossime politiche del 4 marzo, “Italia agli italiani”. Fiore alle 18 sarà all’Hotel Royal di corso Regina Margherita 249 , insieme ad Attilio Carelli, segretario nazionale di Fiamma Tricolore e Cosima Battisti di Fiamme Nere.

Dopo la presentazione è prevista una cena, a prenotazione. Anche per questo iniziativa i collettivi antifascisti si sono dati appuntamento per una contro manifestazione che partirà le 17 da piazza Statuto.

Intanto L’Anpi e il comitato “Mai più fascismi” ha inviato questo appello, che pubblichiamo integralmente, a sindaca, prefetto e questore:

“Numerosi episodi ad iniziativa di Forza Nuova o CasaPound (Chivasso, Comdata di Ivrea, Embraco di Riva di Chieri, Camera del Lavoro di Collegno, per ricordare solo alcuni fatti degli ultimi giorni), nelle modalità aggressive e intimidatorie contro sedi democratiche come il sindacato, o proponendosi quali tutori dell’ordine, dimostrano come l’aver ammesso queste organizzazioni fasciste alla competizione elettorale ha potenziato la loro presenza e le loro violenze.

Chiediamo che almeno gli ultimi giorni prima del voto non siano inquinati da esibizioni di marca fascista quale quella di Roberto Fiore, annunciato a Torino per domani sera.

Il nostro Paese, la cui democrazia è stata conquistata col sangue di tante giovani donne e uomini, per porre fine alla dittatura fascista e all’occupazione nazista, non può riconoscere come presenze politiche quanti chiedono un voto per il fascismo cioè per abolire la democrazia e lo stesso diritto di voto.

Chiediamo pertanto che si perseguano gli autori di comportamenti che si configurano come espressioni di un ricostituito Partito fascista.

Chiediamo che la Città di Torino, decorata con Medaglia d’oro al Valor militare della Resistenza, non sia offesa dalla presenza di Roberto Fiore, terrorista nero, condannato per banda armata e associazione sovversiva, latitante per venti anni, fondatore di Forza Nuova, partito di cui l’Osservatorio democratico sulle nuove destre ha schedato una serie di reati impressionanti e che in cinque anni ha subito 240 denunce per violenze e 10 arresti.

Fiduciosi che il nostro appello antifascista trovi accoglienza, porgiamo distinti saluti

Per il Coordinamento

Maria Grazia Sestero

Presidente ANPI Provinciale di Torino”