di G.Z.

Si va verso il sì per i festeggiamenti di San Giovanni e i relativi fuochi tradizionali. Dopo la prima ondata di richieste di sospendere tutto per la morte di Erika Pioletti, deceduta dopo 12 giorni di coma per i fatti di piazza San Carlo del 3 giugno scorso, inizia a farsi largo la concreta possibilità che il farò del 23 in piazza Castello e i fuochi del 24 in piazza Vittorio Veneto si faranno come sempre avvenuto.
La macchina organizzativa è già stata messa in moto e il tavolo di sicurezza ha già predisposto tutto. Fra poche ore la decisione dell’amministrazione targata Appendino. Nei giorni scorsi erano stati i consiglieri del centro destra Osvaldo Napoli (Forza Italia), Alberto Morano (Lista Civica) e Fabrizio Ricca (Lega Nord) a farsi portavoce delle richieste di alcuni cittadini di sospendere i festeggiamenti in segno di rispetto alla famiglia Pioletti.
Non è da escludere che nelle giornate di San Giovanni la sindaca predisponga un momento di ricordo per Erika.