Il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino prende in prestito le parole del segretario metropolitano del Partito Democratico, Mimmo Carretta, per salutare il primo giorno della Festa de L’Unità di Torino: «Questa festa si apre all’insegna della non rassegnazione», spiega Chiamparino.

«Non bisogna rassegnarsi – continua – non solo perché la ruota gira, ma perché partendo dalla non rassegnazione si scopre che attorno a noi forse ci sono più risorse di quelle che riusciamo a vedere». Poi ricorda che «noi abbiamo voglia di futuro»

Per Chiamparino «è opportuno in questo momento tenere la barra dritta e ferma e non avere atteggiamenti irresponsabili». E per il presidente della Regione il lavoro del segretario torinese Dem va in questa direzione: «Ringrazio Mimmo Carretta non solo per l’aspetto organizzativo, ma per la passione e per l’impegno e per le modalità con cui porta avanti suo ruolo». Infine il presidente piemontese è ritornato sulla polemica dei giorni scorsi con il Ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli. «Domani compio 70 anni, magari Toninelli si fa vivo. Sarebbe il regalo più bello», commenta sorridendo Chiamparino