Soddisfazione da parte del capogruppo in consiglio comunale della Lega Nord e segretario torinese del Carroccio Fabrizio Ricca, dopo l’operazioni di sgombero a Torino dell’ex Moi, occupata da anni da migranti.

«Finalmente sul Moi si incomincia davvero a ragionare – dice Ricca – Con lo sgombero definitivo delle cantine inizia una fase di recupero di un’intera area di Torino che per anni era stata abbandonata al degrado, alla criminalità, allo spaccio».

«I cittadini di piazza Galimberti hanno sofferto a lungo per questa incresciosa situazione che adesso, grazie al ministro Salvini e alle forze dell’ordine, sarà superata – aggiunge il capogruppo della Lega – Spaccio, uno stupro, sommosse in strada, furti. Vivere accanto al Moi è sempre stata una terribile fatica per i residenti di Borgo Filadelfia».

«Ora bisogna voltare pagina e far capire che la legge si rispetta in ogni angolo della città, che non esistono zone franche dove la polizia non può intervenire. Dove alcuni prepotenti lucrano su posti letto dentro palazzi occupati», conclude Fabrizio Ricca.