Il vicepremier Luigi Di Maio ha presentato, insieme alla sindaca di Torino Chiara Appendino e all’assessora all’Innovazione Paola Pisano, il progetto la “Casa delle tecnologie emergenti”.

«Torino – ha spiegato Di Maio – sarà il punto di riferimento delle tecnologie emergenti legate all’innovazione»«Il capoluogo piemontese – ha continuato il vicepremier e ministro dello Sviluppo e Lavoro – sarà sede di una delle tre case tecnologiche emergenti in Italia dove verranno attratte start up innovative legate al 5G, alla robotica, all’automotive e all’aerospazio».

Ecco nel dettaglio il progetto “Casa delle tecnologie emergenti”, che riceverà dal governo uno stanziamento di 7,5 milioni di euro.