Migliorare la qualità dell’aria e nel contempo produrre energia. È la mission della società torinese Hysytech che questa mattina ha incontrato l’assessora all’Ambiente della Regione Piemonte Matteo Marnati mostrando alcune delle creazioni che potrebbero avere un impatto significativo per ridurre l’inquinamento atmosferico.

In particolare si tratta dell’impianto “Bio-LNG” che permette di “mangiare” Co2 e riconvertire la sostanza inquinante in metano. Analoga anche l’apparecchiatura che invece estrae dal biogas idrogeno “verde”. «La Regione sta incentivando la ricerca e la realizzazione di macchinari per la produzione di energia verde, che è sempre più richiesta dai Comuni. Con i fondi europei intendiamo garantire flussi economici per sostenere le imprese come questa che esportano tecnologia italiana nel segno dell’ecologia e della produzione di energia green» ha commentato dopo l’incontro l’assessore Marnati.

La Hysytech ha anche siglato un accordo con Acea per la realizzazione di un nuovo sito a Pinerolo per la produzione di biometano, in grado di trattare fino a 1.500 metri cubi per ora di biogas, che entrerà in servizio a marzo 2020. Mentre a livello internazionale la società ha acquisito anche un’azienda olandese produttrice del frigorifero più potente del mondo capace di congelare all’istante e di permettere il trasporto a lungo raggio senza deterioramento anche di cibi delicati come frutta e verdura.