E’ stata rinviata a lunedì 15 ottobre la scelta della data del Congresso Regionale del Pd piemontese, ovvero le primarie attraverso cui verrà eletto il nuovo segretario Regionale.

Questa decisione, presa durante la riunione del direttivo di questa sera in via Masserano, è dettata dalla necessità di attendere la convocazione del Congresso Nazionale che porterà un nuovo nome alla guida del Partito Democratico.

La Direzione Regionale, in questa scelta, è spaccata in due tra chi, come il tesoriere Gioacchino Cutrò, vorrebbe accelerare i tempi della consultazione, e chi invece vorrebbe attendere la decisione della segreteria nazionale.

Il documento presentato da Cutrò, condiviso dal possibile candidato alla segreteria regionale Raffaele Gallo, afferma la necessità di una rapida consultazione in quanto la Segreteria dem del Piemonte non ha un segretario dal 18 marzo, giorno nel quale sono state accolte le dimissioni di Davide Gariglio.

A decidere sarà la riunione fissata per il 15 ottobre alle ore 18, deliberata stasera dall’assemblea dem.

Oltre alle primarie per il segretario regionale, sul tavolo è stata portata anche la questione delle primarie dei singoli comuni (tra cui anche il comune di Settimo Torinese). Il partito resta ancora diviso tra chi crede nella necessità di queste consultazioni e chi invece pensa che la soluzione non stia nelle primarie ma in un problema prettamente politico da risolvere all’interno del partito stesso.

Infine importanti sono stati gli interventi di alcuni esponenti che hanno ricordato la centralità del PD come unico partito a capo di una regione del Nord Italia e di conseguenza si è ribadita l’importanza di prendersi responsabilità insieme, in nome dell’unione per contrastare il difficile momento politico che l’Italia sta vivendo.