Con una dichiarazione congiunta, letta dal presidente del Consiglio comunale Fabio Versaci, la Sala Rossa ha condannato gli scontri di giovedì scorso, tra antagonisti (scesi in piazza contro il comizio di CasaPound) e le forze dell’ordine.

«In merito ai fatti di giovedì, che hanno visto scontri in città con il ferimento di alcuni agenti di polizia in seguito al lancio di bombe carta, il Consiglio Comunale di Torino esprime la sua ferma condanna nei confronti di coloro che si sono resi responsabili di tali incidenti e la piena solidarietà agli agenti feriti»
«Essere medaglia d’oro alla resistenza per questa città ha significato, e significa tutt’oggi, credere fermamente che la vocazione storica e politica dell’antifascismo sia il pacifico argine a tutte le violenze e a qualsiasi deriva di intolleranza e odio».
Piccola polemica al termine della lettura della nota da parte delle opposizioni: infatti, secondo le minoranze Versaci non avrebbe letto dopo la frase “in seguito al lancio di bombe carta” le parole “da parte degli antagonisti”.
Il capogruppo del Partito Democratico Stefano Lo Russo e il capogruppo della Lega Fabrizio Ricca hanno sottolineato la “mancanza”. Versaci, pur sostenendo che il testo letto era quello concordato in Capigruppo, ha evidenziato ciò che aveva sostenuto sui social e in alcune interviste, ovvero che dietro ai disordini ci fossero gli antagonismi.