I cristalli di CBD sono un prodotto derivato dalla canapa e rappresentano la forma più pura tra quelle estratte da questa pianta, con un grado di purezza che arriva al 99%. Il restante 1% è costituito da altre componenti naturali, come i terpeni, che conferiscono al prodotto il tipico sapore di un estratto di canapa.

I cristalli di CBD si possono assumere in diverse modalità, data l’alta versatilità del prodotto e non hanno effetti collaterali di rilievo, benché sia sempre consigliato stabilire preventivamente con il proprio medico curante (che conosce perfettamente il quadro clinico del paziente) come modularne l’assunzione.

Il controllo sulla qualità del prodotto è fondamentale per essere sicuri di assumere una sostanza pura e senza effetti collaterali. I cristalli di CBD Enecta sono il frutto di una selezione accurata delle materie prime e del controllo della filiera produttiva in ogni fase, rispettando così le norme vigenti in materia di qualità del CBD.

Come dosare i Cristalli di CBD

I cristalli di CBD non sono tossici, nè pericolosi, quindi non c’è bisogno di preoccuparsi per una quantità eccessiva. Il consiglio però è quello di cominciare con piccole dosi e poi calibrarle in base alla reazione dell’organismo e agli effetti desiderati.

La dose media consigliata dagli esperti è di circa 10mg al giorno, suddivisa per 3-4 dosi. La quantità va pesata con precisione facendo riferimento alla percentuale di CBD contenuta nel prodotto indicata nell’etichetta. Bisogna poi attendere qualche ora per verificare se si avvertono i benefici della sostanza, come – secondo quanto segnalato dai fruitori del prodotto – rilassamento, benessere e maggiore concentrazione.

Come assumere i Cristalli di CBD

Come già anticipato, per ottenere il massimo dai cristalli di CBD, è preferibile vaporizzarli tra i 160° e i 180° con un vaporizzatore ad “hoc” che consente di svapare i cristalli. Con questa modalità gli effetti sono maggiormente riscontrabili e si apprezza tutta la qualità del prodotto, emettendo un vapore inodore ed innocuo.

Per avere invece un effetto forte ed immediato, i cristalli di CBD si possono assumere anche sciogliendoli sotto la lingua. In questo caso basterà attendere circa un minuto per diluire il prodotto e deglutire. La sostanza, attraverso le mucose della bocca, entra immediatamente in circolo nell’organismo e quindi i primi effetti possono essere riscontrabili in poco tempo. Questo tipo di utilizzo, secondo diversi studi scientifici e le esperienze degli utenti che lo utilizzano con costanza, è molto utile per lenire un dolore o un’infiammazione in maniera repentina o per agire subito su uno stato di ansia o agitazione.

C’è però chi li usa anche in cucina, come ingrediente nella preparazione delle ricette. In questo caso i cristalli di cannabidiolo entrano in azione durante le fasi di digestione. É questa una modalità meno invasiva, anche se più lenta. I cristalli si possono sciogliere ad esempio negli impasti di un dolce o essere utilizzati come condimento in secondi ed insalate. Sono numerosi i siti dove si possono trovare ricette a base di prodotti derivati dalla canapa.