Nulla di fatto per Giuseppe Conte, Premier incaricato dal Presidente Sergio Mattarella, lo scorso 23 maggio, per formare un governo M5S-Lega.Esecutivo che evidentemente non si farà, poiché Conte ha appena rimesso il mandato.

Lo scoglio: la nomina dei Ministri e, soprattutto, del titolare all’Economia, incarico per il quale era stato indicato l’economista Paolo Savona, sul quale il Capo dello Stato aveva espresso un chiaro dissenso dovuto all’antieuropeismo più volte dichiarato dal candidato al dicastero.

«Ho portato avanti questo incarico con il massimo impegno e la massima serietà», ha detto il Premier incaricato, annunciando l’esito negativo delle consultazioni odierne al Colle.
Ora è tutto nelle mani del Capo dello Stato con lo spettro delle elezioni che s’avvicina sempre più.