Lo ha rimarcato nel suo discorso di insediamento: al primo posto c’è l’autonomia. Stefano Allasia, presidente del Consiglio regionale del Piemonte, appena nominato ha già una battaglia da portare avanti.

«Questa sarà la legislatura dell’autonomia – assicura – Vista l’importanza del tema sarà mia premura proporre appena possibile, come presidente del Consiglio, l’istituzione di una Commissione speciale per l’autonomia».

«Ritengo infatti che sia necessario accelerare l’iter – ha aggiunto Allasia – utilizzando ogni possibilità legislativa che la Costituzione ci concede. È necessario ottenere un adeguato trasferimento di risorse dallo Stato, superando le sperequazioni che hanno sempre penalizzato le regioni virtuose. Governo del territorio, istruzione, politiche sanitarie e infrastrutture sono alcune delle materie oggetto di trattative con il Governo che ci consentirebbero di fornire servizi migliori ai piemontesi». Per Allasia «i cittadini non ci chiedono nuove leggi, ma di rendere operative e più chiare quelle che già esistono».

Nel suo discorso (qui potete leggerlo integralmente) il nuovo presidente del Consiglio regionale ha espresso l’impegno in questo mandato per «ridare credibilità alla politica, perché anche dal nostro operato deriva la capacità di invertire quell’idea che anche senza politica vivremo tutti meglio, che la politica è soltanto qualcosa di inutile e costoso e fonte di privilegi. La politica invece è il baluardo di un popolo e soprattutto la voce per i più deboli ed umili».