E’ stata presentata da Codacons una istanza d’accesso urgente agli atti per chiedere al Ministero dei trasporti la massima trasparenza sull’analisi costi-benefici della Torino-Lione che il ministro Danilo Toninelli aveva commissionato e i cui risultati sono già sul suo tavolo, ma sono segretati.

«Non esiste alcun motivo per cui il M5S debba tenere nascosti ai cittadini i risultati di una ricerca di importanza fondamentale per il paese e per il futuro dell’opera – spiega il presidente di Codacons Carlo RienziAl contrario si palesa un interesse legittimo e diffuso degli utenti rappresentati dal Codacons ad ottenere visione dell’analisi disposta dal Mit, e in tal senso presentiamo formale istanza d’accesso al dicastero sulla base della legge 241/90».

Ma Codacons non si ferma qui: infatti se dal dossier dovesse risultare un parere favorevole alla Tav «qualsiasi provvedimento del Governo volto a sospendere, rallentare o bloccare i lavori sarà oggetto di ricorso a Tar per palese illegittimità» concludono.