A tutto volume

Come scegliere cosa leggere fra gli oltre 60.000 nuovi libri pubblicati in un anno ? E come trascurare il moltissimo che non si è mai potuto leggere per mancanza di tempo, per pigrizia, per disinformazione? E ancora si può trascurare di rileggere libri che sono stati importanti per la nostra crescita e che si vorrebbero riavvicinare? La scelta di lettura diventa così, necessariamente, un vagabondare fra stimoli diversi : una recensione, una curiosità intellettuale, magari solo una copertina allettante o un marketing librario pervasivo seppur spesso fraudolento. O, semplicemente, la necessità psicologica di non trascurare una nuova uscita dei tuoi autori preferiti, quelli che (quasi) mai ti deludono o che ti si sono infiltrati sottopelle con i loro eroi seriali.
E così è un vagabondaggio leggere, forse il più bel piacere che ci sia.

Articoli in evidenza

/ di Aldo Novellini

Avagliano-Palmieri: l’Italia di Salò

Nei 18 mesi che intercorsero tra l’armistizio dell’8 settembre 1943 e la Liberazione dal nazifascismo, 25 aprile 1945, l’Italia visse uno dei più terribili momenti della sua storia unitaria. Nel nord del Paese, sottoposto al giogo nazista e alla ferocia della Repubblica sociale, migliaia di giovani cercarono rifugio nella Resistenza contro l’invasore tedesco e i […]

/ di Renato Graziano

Cereda, la Barriera invisibile

Chi avesse avuto modo di assistere ad uno degli spettacoli della compagnia teatrale “assaiAsai”  ha conosciuto sicuramente anche la sua regista-autrice-animatrice Paola Cereda: psicologa laureata a Torino (tesi in umorismo ebraico) e poi viaggiatrice instancabile e con esperienze teatrali in Egitto e soprattutto Argentina, dove ha messo a frutto gli insegnamenti della scuola teatrale di […]

/ di Renato Graziano

Le verità nascoste della Ferrante

È diventato difficile dire qualcosa di originale della tetralogia de “L’amica geniale”, dopo il tanto già scritto, alimentato, oltre che dai (molti) pregi e (pochi) difetti della scrittura, anche dalla misteriosa identità dell’autrice. Anche su questa rivista online ne ha parlato, e bene, Sara Collicelli: anzi, quell’articolo, assieme alla buona trasposizione televisiva del primo libro, […]

/ di Aldo Novellini

Mariana Mazzucato, Il valore di tutto

Sviscerare i meccanismi del liberismo economico e le modalità con cui essi sono stati assunti come dogmi indiscutibili, questo tenta di fare l’economista Mariana Mazzucato, nel suo ultimo libro “Il valore di tutto. Chi lo produce e chi lo sottrae nell’economia globale” (editore Laterza). L’autrice, docente di economia all’Università del Sussex in Gran Bretagna, spiega […]

/ di Renato Graziano

Erneaux, com’è scomoda la buona memoria

In questo paese si parla molto (a sproposito) di memoria solo quando le giornate celebrative di vere e proprie tragedie lo impongono (dalla recente ricorrenza sulle “foibe” alla Shoah etc.). Come spesso accade sembra prevalere la strumentalizzazione politica del passato ai fini di un presente manipolato, piuttosto che la terapeutica metabolizzazione sincera e collettiva volta […]

/ di Renato Graziano

La Storia in punta di piedi

Non è assolutamente necessario essere conoscitori esperti di danza e di spettacoli coreutici, per apprezzare la “ Piccola Storia della danza” che Beatrice Belluschi, direttrice e animatrice della scuola di danza classica e della compagnia “Il Balletto di Torino”, ha appena pubblicato con Neos Edizioni, casa editrice con la meritoria vocazione di dare spazio e […]