Economia & Lavoro

Notizie e commenti sul mondo dell’economia e del lavoro a Torino. Le aziende, le innovazioni e le Start up. Le news dai sindacati e dalla Confindustria.

Articoli in evidenza

/ di Redazione

Italiani, tutti allenatori e scommettitori

Gli italiani, si sa, si sentono un po’ tutti allenatori. Non c’è chi non voglia dire la sua su come ha giocato la propria squadra del cuore o su quali scelte tattiche sarebbe stato meglio compiere. E questa passione per il mondo sportivo si traduce anche in amore per scommesse. Certo di tempo ne è […]

/ di Iaia Di Lella

Italiaonline : stallo e confusione nella trattativa

La trattativa per salvare 400 posti di lavoro e la sede di Torino sembra essersi arenata. L’incontro convocato ieri a Roma dal Mise su Italiaonline, per un primo confronto tra Ministero, tecnici, azienda e sindacati, ha portato più schermaglie che intese. Unica offerta proposta al tavolo da parte dei vertici dell’ex Seat, definita da molti […]

/ di Caterina Garda

Cooperative a Torino, clima positivo per il 2018

1452 cooperative e 46mila addetti. Sono questi i numeri della cooperazione torinese nel 2017 presentati dalla Camera di commercio di Torino, con Legacoop Piemonte e Confcooperative Piemonte Nord. Una quadro positivo, che dimostra come superati gli anni di crisi tra il 2010 e il 2014, le cooperative del territorio continuano per la loro strada, dichiarandosi […]

/ di Redazione

Cosa sono e come funzionano i CFD?

I contratti per differenza sono un prodotto finanziario sempre più diffuso, che consente di operare facilmente con vari asset, dagli indici alle criptovalute, con interessanti possibilità di guadagno e senza investimenti iniziali consistenti. Vediamo insieme come funziona e in cosa consiste il trading con i CFD. Il funzionamento dei CFD: il contratto prima di ogni […]

/ di Caterina Garda

Italiaonline, proposto il dimezzamento degli esuberi e sede di Torino salva

Un primo passo. Per il momento la sede di Italiaonline (ex Seat Pagine Gialle) di Torino potrebbe non chiudere e sotto la Mole continuerebbero a lavorare 92 persone. A questo scopo nascerebbe la “Digital Factory”, una divisione che assorbirà duecento dei quattrocento lavorati che l’azienda aveva messo tra gli esuberi. La notizia arriva dai sindacati dopo […]