Secondo le ultime stime relative alla spesa in gioco d’azzardo legale al termine del 2018, gli italiani hanno speso 789 milioni di euro. Una cifra che conferma il trend in costante crescita dell’industria del gioco.

A fornire questi dati è l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, mediante il centro dati SOGEI che quotidianamente elabora i dati relativi alle attività degli italiani sui portali di gioco, registrando le transazioni di denaro in uscita e in entrata.

Consultando questi dati balza subito all’occhio come le cifre più consistenti derivino dalle slot machine online: nel 2018 gli italiani hanno speso 536 milioni alle slot machine, sia nelle loro versioni fisiche, sia in quelle offerte dall’ampia varietà di online casino.

Approfondendo questa realtà, si scopre che da solo il settore del gioco online negli anni 2017 e 2018 ha generato entrate pari a 389 milioni di euro per l’Erario, facendo registrare un incremento del 56% rispetto agli 88 milioni del 2016.

Sono invece in flessione i numeri del poker cash: un trend negativo che farà certo piacere a tutti gli appassionati del gioco che per anni ha goduto di una popolarità planetaria. In Italia la spesa per il poker è passata dai 154 milioni del 2017 ai 98 milioni del 2018. In controtendenza i proventi del Poker a torneo, passati dai 69 milioni del 2017 agli 85 milioni registrati a fine 2018.

I dati forniti dall’amministrazione dei monopoli Italiana rispetto al settore dei giochi online sono così accurati in quanto negli ultimi anni si è fatto il possibile per promuovere la diffusione e l’osservanza del gioco responsabile. Sono state realizzate sempre più campagne di prevenzione e pubblicità progresso finalizzate ad aumentare la consapevolezza dei giocatori sui rischi legati al gioco: quando da semplice svago o passione diventa compulsione, c’è il rischio che si tratti di ludopatia.

Lo Stato, inoltre, ha emanato diverse leggi per proteggere e tutelare i giocatori e sul web sono sorti diversi portali di informazione sul mondo dei casinò online, la cui funzione è aiutare i giocatori a orientarsi e a essere sempre informati rispetto a dinamiche, evoluzioni e novità nel mondo dei giochi, approfondendo aspetti come i metodi di pagamento, il feedback su portali di gioco di cui fidarsi o meno, e non ultimo sulla sicurezza dei propri dati riservati.

Con l’avvento del nuovo governo il tema del gioco d’azzardo è tornato d’attualità, con l’esecutivo che sta studiando modalità (provvedimenti inclusi nel Decreto Dignità) per limitarne la pubblicità in TV, sui giornali e sul web, nel tentativo di arginare la spesa degli italiani in gioco d’azzardo.

Questa circostanza sta generando preoccupazione nelle aziende che offrono servizi di gaming e più in generale tra gli esperti del settore: non è da escludere, infatti, che gli utenti possano finire per rivolgersi a siti illegali che non garantiscono gli stessi standard di sicurezza dei fondi per i clienti e che operano in maniera non autorizzata dallo stato.

L’auspicio comune è che alla fine prevalga il buonsenso e che non venga a mancare la tutela per quei giocatori che hanno semplicemente voglia di divertirsi.