È stato rilasciato il militante di CasaPound Torino arrestato lunedì. L’uomo era finito in manette durante un’operazione di polizia scattata dopo le indagini della Digos torinese relativa, secondo l’accusa, ad uno scontro avvenuto fuori dal circolo di CP, “Asso di bastoni”.

Sei militanti erano stati denunciati a piede libero, dopo che erano state perquisite le abitazioni e la sede di San Salvario.

Ma dopo pochi giorni ecco il rilascio dell’unico arrestato: «Come previsto il nostro militante è stato subito liberato – ha dichiarato Marco Racca coordinatore regionale di CasaPound Italia – tanto clamore mediatico per nulla».

«Presto – ha proseguito Racca – tutte le altre accuse cadranno nel vuoto. I militanti di CasaPound Italia sono innocenti e a breve sarà tutto finito».

«Non ho sinceramente compreso – ha concluso Racca – il motivo per il quale la polizia ha effettuato le denunce e le perquisizioni. Spero che dietro non ci sia l’intento di colpire una forza politica scomoda perché chiede l’uscita dall’UE e dall’euro. In ogni caso ci tengo a ribadire che il nostro movimento agisce sempre nel pieno rispetto delle regole democratiche e che quindi continueremo la nostra lotta politica senza farci intimidire».