Ha aspettato i risultati della piattaforma Rousseau e quindi l’ufficialità che il prossimo governo sarà targato Movimento Cinque Stelle-Partito Democratico. Poi l’europarlamentare ormai ex Dem Carlo Calenda ha annunciato che non parteciperà alla Festa de L’Unità di Torino, come da programma il 13 alle ore 21. Ad avvertire telefonicamente il responsabile dell’organizzazione del Pd torinese, Saverio Mazza, è stato l’assistente di Calenda.

«Medesima decisione sembra sia stata presa per la Festa di Milano – spiega Mazza – Ci tengo a sottolineare che è stata una decisione “unilaterale” dell’onorevole Calenda. Insieme al segretario metropolitano Mimmo Carretta stiamo valutando alternative per la serata in programma».