Scritte nella notte sulle vetrate del nuovo Burger King di piazzale Aldo Moro, di fronte a Palazzo Nuovo. “Fuori i privati da Unito” recitano le scritte, rivendicate dal collettivo studentesco “Noi Restiamo Torino”: un messaggio rivolto all’Ateneo torinese che nel nuovo complesso di palazzine universitarie in costruzione ha affittato gli spazi a privati del settore ristorazione.

«È inaccettabile che gli studenti non abbiano abbastanza aule studio in cui studiare per la sessione esami e Unito venda i propri spazi alle multinazionali. Gli spazi dell’università sono degli studenti e non delle aziende private!» spiegano gli studenti, alludendo anche al fatto che le aule studio di via Verdi da tempo chiuse non sono ancora state riaperte nonostante la sessione di esami già iniziata.

Burger King ha aperto lo scorso 27 dicembre ed è attualmente l’unica attività già in funzione nelle palazzine ancora in costruzione e in cui le prime aule studio e di lezione dovrebbero essere pronti con l’autunno 2019. Già nelle scorse settimane Burger King era stato preso di mira da scritte come “Dieta Mediterranea” e il lancio di vernice blu. «La direzione in cui sta andando la nostra università sta solo dalla parte delle grandi multinazionali e delle imprese che lucrano sugli studenti visti come consumatori e prodotti a cui spillare soldi. Mentre a Palazzo Nuovo siamo costretti a mangiare per terra, non c’è una lunchroom o un luogo adatto per il relax e la socialità fra una lezione e l’altra, proprio davanti, negli spazi universitari viene aperto un fastfood. Mentre Palazzo Nuovo ha piani inagibili da anni a causa dei lunghissimi lavori per la bonifica dell’amianto e siamo costretti a fare lezione per terra perché non ci sono abbastanza aule, in meno di un anno vengono costruiti due grossi negozi in spazi che sono degli studenti» spiegano ancora gli studenti.

Burger King non sarà l’unico fast food che aprirà nella zona. Infatti, è prevista per il 16 gennaio l’apertura anche di McDonald’s nella vicina via Sant’Ottavio, mentre in futuro dovrebbe arrivare nel nuovo polo in costruzione Startbucks e Roadhouse.