Maurizio Marrone, capogruppo in consiglio regionale piemontese di Fratelli d’Italia, chiede indagini conoscitive in Piemonte sul sistema di affidi dei minori.

«Abbiamo il timore – spiega Marrone – che Bibbiano sia solo la punta di un iceberg e che gli “Angeli e demoni” coinvolti dall’indagine abbiano avuto mano libera anche qui in Piemonte, dove hanno sede e radici. Abbiamo già verificato che il centro studi Hansel e Gretel ha ricevuto negli ultimi anni patrocini del Comune di Torino e sale regionali in uso gratuito per fare formazione a pagamento ad assistenti sociali, ma il dato che ci preoccupa di più è il servizio di psicoterapia effettuato su 252 bambini e 211 adolescenti in sei anni, inviati da Asl, scuole e comunità per consulenze con il riscontro di traumi addirittura nel 70% dei casi. Anche il Pd e il M5s che hanno concesso quei patrocini hanno tutto l’interesse a fare chiarezza e speriamo non si oppongano alla nostra richiesta».

Marrone chiede all’assessore ai Bambini, Chiara Caucino, di congelare fino alla fine delle indagini le linee guida in materia, redatte dalla precedente Giunta regionale, «approvate a due mesi dalle elezioni, scrivendole a quattro mani con il Cisdami, consorzio a cui erano associati anche i servizi sociali di Bibbiano». E rivolge un appello alle famiglie che ritengono di aver subito soprusi nell’allontanamento dei loro bambini: “rompete il muro del silenzio – esorta – noi vi ascolteremo».