Anche l’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è intervenuto nel dibattito che sta animando il mondo politico e produttivo piemontesi in queste settimane. Lo ha fatto rilanciando la manifestazione che Forza Italia ha indetto per sabato 17 novembre a Torino per il Si alla Tav, dopo il voto di un ordine del giorno in consiglio comunale contro la linea ferroviaria Torino-Lione.

«Saremo a Torino per esprimere con forza il nostro impegno a difendere e promuovere non solo l’Alta Velocità, ma le infrastrutture del Paese, che costituiscono un fondamentale motore di sviluppo economico per il Piemonte e per l’Italia» ha annunciato Berlusconi, affermando di volere dare una risposta ai cittadini stanchi del Movimento 5 Stelle: «Daremo una risposta concreta ai cittadini disorientati e preoccupati dalle indecisioni e dalle contraddizioni dei Cinque Stelle al governo, ai tanti torinesi che sabato scorso hanno dato vita a una grande manifestazione civica di fermo dissenso nei confronti della decisione No Tav dell’amministrazione grillina del Comune di Torino».

Berlusconi ha anche annunciato che nei Comuni in cui governa Forza Italia verranno votati ordini del giorni a favore della Tav: «Come primo atto, i nostri sindaci della Regione Piemonte faranno immediatamente proprio l’ordine del giorno approvato in Consiglio Regionale il 13 novembre su proposta di Forza Italia che chiede di trasferire alla Regione la competenza sulla realizzazione della Tav».