La Procura di Torino ha aperto un fascicolo per quanto accaduto a Bardonecchia. I reati contestati agli agenti della dogana francese che hanno fatto irruzione nella sede di Rainbow4Africa sarebbero abuso in ufficio in concorso, violenza privata aggravata e violazione di domicilio aggravata.

«In ordine al comportamento tenuto da operatori della Dogana Francese (Douanes Francais), in Bardonecchia, il 30 marzo 2018, nei confronti di un cittadino nigeriano e dei presenti all’interno dei locali in uso all’Associazione “R4A – Raimbow for Africa”, ricevuta una prima annotazione del Commissariato di P.S. Bardonecchia, la Procura della Repubblica di Torino ha iscritto un procedimento penale a carico di persone ignote (non essendo note le generalità degli operatori francesi) per i reati di concorso in abuso d’ufficio (artt. 110, 323 co. 1 c.p.), violenza privata aggravata (artt. 110, 610, 61 n. 9 e 10 c.p.) e violazione di domicilio aggravata (artt. 110, 615 c.p.). Si valuterà la sussistenza degli estremi per l’iscrizione anche per il reato di perquisizione illegale (110, 609 c.p.). La Questura di Torino invierà a breve altra approfondita informativa. Sono stati intanto disposti accertamenti, acquisizioni di documenti ed esami di persone informate sui fatti», rende noto il procuratore Armando Sparato.