Sono diverse le abitazioni in cui ha bussato fingendosi un tecnico Smat nel tentativo di riuscire ad entrare e rubare qualcosa. Il fatto è accaduto a Chieri, dove negli ultimi tempi sono arrivate numerose segnalazioni di parsone che rispondendo al citofono si sentite dire che era un tecnico Smat che doveva entrare in casa per dei controlli.
Tutto falso. Infatti la Smat precisa che «Non è prassi aziendale effettuare controlli a domicilio; normalmente il personale SMAT accede ai fabbricati solo per la lettura o la riparazione dei contatori senza avere la necessità di entrare nelle abitazioni»
Dallo scorso mese di luglio l’azienda ha anche attivato il servizio di preavviso della lettura del contatore per comunicare preventivamente, via e-mail o tramite messaggio SMS, la data e la fascia oraria in cui il letturista effettuerà la rilevazione dei consumi idrici. Inoltre i tecnici Smat sono dotati di apposito tesserino sul quale sono riportati il numero di riferimento, la foto, il nome e il logo Smat.
In caso di dubbi, per avere conferma dell’effettivo intervento da parte di personale SMAT, si può contattare il numero verde 800-060 060 attivo 24 ore su 24.