La Lega aveva promesso che avrebbe fatto di tutto per portare gli Atp Finals di tennis a Torino e così è stato. E’ stato infatti firmato il decreto che permette al capoluogo piemontese di accedere all’ultima selezione per ospitare per cinque anni la manifestazione sportiva. Selezione che vede candidate anche Londra, Manchester, Tokyo e Singapore e la cui decisione verrà presa nei prossimi giorni a Indian Wells.

Festeggia la sindaca Chiara Appendino che fino a una settimana fa si sentiva abbandonata dai suoi a Roma, anche se Di Maio lunedì scorso aveva garantito che si sarebbe fatto il possibile per salvare il salvabile. Intanto chi lavorava a pancia in giù era proprio il Carroccio con il capogruppo alla Camera Riccardo Molinari che ha presentato il decreto legge per la fidejussione di 75 milioni.

Come detto tanta è la soddisfazione della sindaca: «A tutti coloro che ci hanno sostenuto va un sentito ringraziamento. È una notizia straordinaria per Torino e per tutto il Paese perché adesso possiamo giocarcela fino alla fine. Di una cosa potete essere certi: questa non è la partita di una singola persona ma di una intera squadra e noi continueremo a lottare ogni minuto che ci separa da quel momento per portare a casa il risultato con la stessa determinazione, lo stesso coraggio, la stessa tenacia che ci hanno portati fin qui».

Soddisfazione anche dal viceministro dell’Economia, la senatrice torinese M5s Laura Castelli: «Sono molto felice che come Governo si sia deciso di sostenere concretamente la candidatura di Torino per ospitare le Atp Finals di tennis dal 2021 al 2025. Infatti è stato redatto e firmato il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che garantisce i 78 milioni necessari per presentare la candidatura. Il nostro impegno nasce dalla consapevolezza che si tratta di un investimento sostenibile e di un’occasione di sviluppo che non possiamo negare a Torino, al suo hinterland, all’Italia e agli amanti del tennis. Nelle ultime settimane ci siamo impegnati al massimo per riuscire a garantire alla città di Torino i fondi necessari e i tempi stretti rendevano assolutamente necessario un impegno diretto dell’Esecutivo e del Presidente del Consiglio».

Sottolinea i meriti della Lega il capogruppo del Carroccio in consiglio comunale Fabrizio Ricca: «Ancora una volta i torinesi possono ringraziare chi non si accontenta di parlare ma alla promesse fa seguire i fatti: la Lega. I fondi necessari per correre verso gli Atp di tennis, come promesso, sono stati trovati dai parlamentari leghisti. L’evento avrebbe una notevole importanza per il territorio, visto che Torino ha già dovuto rinunciare alle Olimpiadi, e porterebbe in città turisti, visibilità e investimenti. Il mio ringraziamento, da torinese, non può che andare agli onorevoli della Lega Giorgetti, Molinari e Maccanti che tanto si sono adoperati per garantire questi fondi alla nostra città e per far tornare lo sport sotto la Mole».