I giochi non sono ancora fatti. Torino non è detto che dica addio agli Atp finals di tennis. O almeno così è il pensiero della Lega, accusata dal Movimento Cinque Stelle torinese di essere colpevole della mancata assegnazione, che adesso si rimbocca le maniche e prova a dimostrare il contrario.

«Faremo di tutto perché Torino ospiti il torneo ATP Finals di tennis: dopo la grande occasione persa con le Olimpiadi la città non può lasciarsi scappare anche questa manifestazione – spiega Riccardo Molinari, capogruppo della Lega alla Camera e segretario piemontese del Carroccio.

«Ho già presentato – aggiunge Molinari – una proposta di legge volta ad autorizzare una spesa complessiva, per gli anni 2021-2025, di 78 milioni al fine di garantire l’evento. Diciotto milioni per il 2021 e 15 per ciascuno degli anni dal 2022 al 2025. Sono anche i grandi appuntamenti sportivi come questo a far migliorare i servizi e a portare indotto alla città, per questo l’auspicio è che con l’accordo di tutti i gruppi la proposta di legge venga approvata in tempi rapidi».

«Le ATP finals dopo i quattro appuntamenti del Grande Slam, rappresentano il torneo più importante dell’anno – sottolinea Molinari – Siamo quindi pronti a lavorare per portare i migliori tennisti a Torino e aumentare il respiro internazionale della città».

Dello stesso avviso è Fabrizio Ricca, capogruppo in consiglio comunale a Torino e segretario cittadino della Lega: «Torino ha già perso un importante occasione di crescita dicendo “no” alle Olimpiadi invernali. Sono convinto che il Governo riuscirà a portare in città l’ATP Finals di tennis, importante evento sportivo internazionale, e a fare in modo che la nostra città diventi centro del tennis mondiale per l’occasione – afferma – La delusione per aver rinunciato a ospitare le Olimpiadi invernali è ancora forte tra i torinesi. Come Lega ci auguriamo che questa volta l’evento possa arrivare in città e siamo convinti che gli sforzi dei nostri parlamentari andranno tutti in quella direzione».