“Dopo due anni di lavoro, il Parlamento ha dato il via libera alla riforma costituzionale! Grazie a quelli che ci hanno creduto”. Così festeggia il ministro delle Riforme Maria Elena Boschi. Con un tweet e l’hastag # la volta buona.
Con 360 voti a favore e 7 contrari, con l’opposizione di M5S, Lega, FI e Sinistra Italiana fuori dall’aula, è stato approvato il Ddl Boschi sulla riforma costituzionale. Finisce così l’era del bicameralismo perfetto con i voti anche della minoranza Dem che però dice di avere ancora delle riserve. Passa alla sesta e ultima votazione e ora la riforma verrà sottoposta a referendum popolare come previsto dall’art.138 della Costituzione.