La Giunta comunale di Torino ha approvato la delibera, a firma dell’assessore al Bilancio Sergio Rolando, relativa all’assestamento generale del bilancio di previsione 2019-2021 e alla “verifica della salvaguardia degli equilibri finanziari.

Dalla Giunta fanno sapere che: «Rispetto al previsionale approvato dalla Sala Rossa lo scorso maggio, l’assestamento prevede, considerando sia la parte corrente sia quella capitale, una diminuzione di 4 milioni e 886 mila euro per l’anno 2019 (che ora, per la parte corrente, pareggia a 1.256 milioni di euro), una diminuzione di 6 milioni e 111 mila euro per il 2020 e un aumento di 23 milioni e 624 mila euro per il 2021».

«Con operazioni di storno da un capitolo all’altro del bilancio vengono adeguate le voci di spesa per circoscrizioni, servizi socio-assistenziali, economali, servizi educativi e spese per servizi informativi».

Da segnalare gli stanziamenti in entrata corrente per un milione e 25mila euro e i relativi incrementi di fondi per le spese più necessarie e urgenti, come la refezione scolastica, la manutenzione degli impianti elettrici, le spese relative al sistema informativo e quelle per il lavoro interinale.

La delibera di giunta verrà ora discussa e votata in Consiglio comunale, entro il 31 luglio.