Alla decisione del Coni di escludere ufficialmente Torino dalla candidatura Olimpica, confermando invece Milano-Cortina la sindaca Chiara Appendino come reagisce? Dichiarando che si tratta di una “Scelta incomprensibile. Abbiamo lottato, ci abbiamo creduto”.

Ma chi? Ma quando? Mi viene da dire, non di certo la Giunta della città di Torino che fin da subito si è mostrata scettica, poco coesa e schizofrenica nella gestione della candidatura arrivando perfino a chiedere commissioni di inchiesta per le Olimpiadi passate e dimissioni del presidente Coni, Giovanni Malagò.

È ora di ammetterlo e di dire le cose come stanno, anche se immagino che in cuor suo la sindaca lo sappia già, sono i suoi continui “se” e “ma” che hanno minato la credibilità di una città che avrebbe offerto e ricevuto molto da questa occasione mancata.