Anche il capogruppo del Partito Democratico Stefano Lo Russo interviene sulla situazione dell’anagrafe torinese dove il poco personale a disposizione per il nuovo servizio di carta d’identità elettronica sta provocando code e disagi ai cittadini.

«Ora basta. La surreale situazione dell’anagrafe centrale di Torino non può andare avanti così. Code eterne e disservizi costanti per i cittadini. Da mesi» tuona Lorusso annunciando di aver presentato un’interpellanza generale in Sala Rosa assieme alle altre forze politiche sulla quale «Ci attendiamo dalla Sindaca Appendinoe dall’Assessora Paola Pisano risposte chiare e soprattutto azioni concrete. I torinesi hanno tollerato fin troppo».«L’anagrafe – prosegue Lorusso – è un servizio fondamentale per i cittadini, un diritto. O si è in grado di erogarlo o si cambia mestiere. Poi viene e può venire anche il resto, ma prima i servizi essenziali per i cittadini. Prima la sostanza, poi l’immagine. Soprattutto se l’immagine cui si bada è solo la propria».

«Avere una carta d’identità o cambiare residenza non può diventare un calvario come é diventato a Torino. Non ci aspettiamo più parole. Ci aspettiamo fatti. Concreti, veloci e risolutivi. Attenzione non noi in Consiglio, se li aspettano i torinesi» conclude il capogruppo Pd.