«Centinaia di lavoratori Amiat, dal 1998 a oggi, sono stati dichiarati totalmente inabili al lavoro per le mansioni svolte presso l’azienda municipale di igiene ambientale, ma per Amiat non vi è alcun rischio lavorativo per i dipendenti. Il numero delle dichiarazioni di inabilità cresce con gli anni, così come le richieste di risarcimento per i danni subiti inoltrate all’Inail», spiega Roberto Rosso, capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio comunale a Torino.

«Il Comune è di fatto proprietario di Amiat: cosa sta facendo per risolvere questa situazione che sembra ormai fuori controllo? Esiste un percorso condiviso per chiarire quali siano le cause di un così alto numero di inabilità dichiarate? C’è qualcosa da migliorare nelle procedure lavorative di Amiat?», aggiunge Rosso.

In una conferenza stampa convocata in via Alfieri 18, il 18 aprile alle 15, si parlerà di questa vicenda, alla presenza di rappresentanti dei lavoratori Amiat e di Raffaele Petrarulo, oggi consigliere della Circoscrizione 6 per FdI e da anni impegnato su questa tematica.